Comunicazione Aumentativa Alternativa

La Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) è un insieme di conoscenze e strategie atte a facilitare e a migliorare la comunicazione delle persone che presentano una carenza o un’assenza, temporanea o permanente, nel linguaggio verbale.

Essa offre la possibilità di superare le difficoltà di relazione causate dalla carenza nell’uso del linguaggio e quindi limitare la sensazione di isolamento.

Non consiste in una tecnica riabilitativa, ma in un approccio da impiegare in tutti i momenti e in tutti i luoghi della vita quotidiana, attraverso l’impiego di strumenti a bassa tecnologia, quali foto e simboli, o ad alta tecnologia, come comunicatori o speciali software.

Gli interventi di CAA vengono strutturati su progetti redatti dagli educatori del servizio tenendo conto delle specificità dei singoli utenti  e coinvolgono famiglia, neuropsichiatri, fisioterapisti, logopedisti, educatori, psicologi, insegnanti.

 

L'Uliveto ha iniziato ad utilizzare la CAA nel 1996 con gli ospiti della struttura ma nel corso degli anni il servizio si è aperto al territorio ed attualmente ha in carico più di trenta utenti.
Dal 2009 il Servizio di CAA dell’Uliveto opera in convenzione con l’ASL TO3.