Migranti, richiedenti asilo e rifugiati

La Diaconia Valdese promuove e realizza progetti di accoglienza e supporto a migranti, richiedenti asilo e rifugiati, offrendo

- accoglienza diffusa sul territorio, tramite l'inserimento dei migranti in appartamenti dove possono gestire in autonomia la vita quotidiana 

- supporto linguistico, culturale, legale e di orientamento lavorativo tramite la dislocazione sul territorio di Community center

- iniziative di facilitazione dell'accesso ai servizi socio-sanitari e educativi

- progetti di inserimento in corsi di formazione e di attivazione di tirocini formativi. A livello internazionale la Diaconia Valdese è inoltre partner del progetto europeo Fast Lane volto a migliorare le metodologie per l’inserimento dei rifugiati nel mercato del lavoro

supporto legale e logistico ai cosiddetti "dublinati"

- supporto legale, sostegno materiale e ospitalità ai migranti esclusi dal sistema di accoglienza al momento del loro arrivo in Italia, in collaborazione con Oxfam Italia e Borderline Sicilia.

La Diaconia Valdese accoglie quasi 600 migranti tra Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Toscana, Sicilia e Campania, collaborando con i Comuni, lo SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) e i CAS (Centri di Accoglienza Straordinaria).

La Diaconia Valdese è inoltre partner del progetto Corridoi Umanitari di Mediterranean Hope, iniziativa della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (FCEI), della Comunità di Sant'Egidio e della Tavola valdese, con il sostegno dell'Otto per mille della Chiesa valdese.

La Diaconia Valdese è iscritta presso la Direzione Generale dell'Immigrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali al Registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività a favore degli immigrati.