La Diaconia Valdese e la salvaguardia del Creato

La terra è mia, e voi state da me come stranieri e ospiti” (Levitico, 25, v. 23)


La Chiesa evangelica valdese e la Diaconia Valdese prestano da sempre particolare attenzione al problema, sempre più pressante, della Salvaguardia del Creato, intesa come attenzione, rispetto e tutela dell’ambiente che ci circonda e che il Signore ha messo a disposizione di tutte e di tutti.
Così come la Diaconia Valdese ha deciso di “Servire, con le persone”, cercando un rapporto di parità e collaborazione attiva con quanti a vario titolo entrano in contatto con la sua realtà, anche i rapporti delle nostre strutture con l’ambiente vogliono essere improntati sul rispetto della natura e su un corretto e consapevole utilizzo delle risorse a disposizione.
Per cercare di trasformare in azioni concrete questa sensibilità, la Diaconia Valdese è impegnata nello sviluppo di buone prassi condivise, nella riduzione degli sprechi e dei rifiuti, nel ricorso ad energie alternative, nell’attenzione all’agricoltura biologica e ai prodotti a chilometro zero.

Le buone prassi e la riduzione di sprechi e rifiuti
La Diaconia Valdese ha deciso di:

  • utilizzare carta da stampante certificata PEFC o FSC
  • utilizzare carta igienica realizzata con carta riciclata
  • promuovere l’utilizzo dei mezzi pubblici mettendo a disposizione orari e informazioni
  • procedere ad una graduale sostituzione delle lampadine obsolete con altre a risparmio energetico
  • procedere ad una graduale introduzione, nelle aree di passaggio, di sensori per l’accensione e lo spegnimento automatico delle luci
  • ridurre al minio l’utilizzo di bicchieri, posate e piatti usa e getta a favore dei prodotti lavabili
  • utilizzare, in caso di necessità, prodotti usa e getta completamente biodegradabili e compostabili
  • nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, promuovere l’utilizzo di prodotti sfusi, con conseguente riduzione degli imballaggi
  • effettuare una attenta e consapevole raccolta differenziata dei rifiuti

Le energie alternative
Alcune strutture della Diaconia Valdese sono dotate di impianti fotovoltaici per l’energia elettrica, che permettono di coprire una parte del loro fabbisogno energetico, e di pannelli solari integrati con i sistemi di riscaldamento e per la produzione di acqua calda.


La promozione del biologico e dei prodotti a chilometro zero
La Diaconia Valdese ha ideato e sostenuto lo start-up della Cascina Sociale Carlo Alberto, una azienda sociale di agricoltura biologica, e promuove all’interno delle proprie strutture l’utilizzo di prodotti biologici e a chilometro zero.
Alcune strutture della Diaconia Valdese conferiscono inoltre i propri rifiuti umidi organici direttamente alla Cascina Sociale, che provvede alla loro trasformazione in compost utilizzato per la concimazione dei terreni.

Commissione Sinodale per la Diaconia - P.IVA 07639750012 - © 2017 - Web & Com ®