diaconia comunitaria

Il mondo della diaconia evangelica si pone all’ascolto dei bisogni del prossimo anche al di fuori dei servizi strutturati, tramite l’elaborazione e la realizzazione di progetti di Diaconia Comunitaria. Si tratta di interventi di solidarietà sociale che sorgono sul territorio per iniziativa delle chiese locali, dei circuiti e delle associazioni collegate alla Chiesa per rispondere ai problemi di chi vive in condizioni disagiate, sia da un punto di vista economico che sociale. È una diaconia in continua evoluzione, in cui gli operatori, spesso volontari, agiscono in modi diversi, autonomamente o in collaborazione con altre iniziative, elaborando progetti specifici in base alle esigenze effettivamente riscontrate.


La CSD Diaconia Valdese e la Tavola Valdese sostengono tecnicamente e finanziariamente tali iniziative tramite una apposita Commissione, nominata in base al regolamento approvato per la prima volta nel 2010 e modificato nel 2014, alla quale i concistori, i pastori e le associazioni collegate alla Chiesa possono presentare proposte e progetti di diaconia comunitaria.

 

Per poter accedere a tali aiuti è necessario compilare l’apposita domanda e inviarlo alla

Commissione per la diaconia comunitaria
c/o CSD Commissione Sinodale per la Diaconia
Via Angrogna, 18 - 10066 Torre Pellice (TO)  diaconiacomunitaria@diaconiavaldese.org 

Si ricorda che sono state modificate le percentuali di copartecipazione alla copertura economica del progetto e che attualmente sono di almeno il 10% per le Chiese fino a 50 membri e per i consigli di circuito e di almeno il 20% per le Chiese con più di 50 membri e i consigli di distretto.

Si ricorda inoltre che la quota massima di finanziamento annuo a carico della Diaconia Comunitaria per singolo ente proponente (concistoro, consiglio di chiesa, di circuito o di distretto) non può essere superiore a 10.000 euro, indipendentemente dal numero di progetti,

Commissione Sinodale per la Diaconia - P.IVA 07639750012 - © 2017 - Web & Com ®