Informazioni generali

Se abilitati:

Se disabilitati:

Usa solo i cookies necessari

Questi cookie sono necessari e vengono utilizzati per abilitare il sito e le relative funzionalità principali dei servizi. Senza di essi il sito non potrebbe funzionare, quindi non possono essere disabilitati.

Accetta tutti i cookies

Questi cookie vengono utilizzati per analizzare l'utilizzo del sito, in modo da misurare e migliorare le prestazioni. Senza di essi CSD Diaconia Valdese non può sapere quali contenuti sono più apprezzati e con quale frequenza l'utente torna a visitare il sito, rendendo difficile migliorare le informazioni offerte.

Beyond Borders: progetto di supporto all'inserimento lavorativo

Beyond Borders: progetto di supporto all'inserimento lavorativo

Nata una nuova collaborazione con la ITT Motion Technologies

La Diaconia Valdese - Servizi Inclusione, nell’ambito delle sue attività volte all’integrazione lavorativa, nel mese di gennaio ha avviato una nuova collaborazione con la ITT Motion Technologies. L’azienda, parte del gruppo multinazionale statunitense ITT, ha un importante stabilimento produttivo di pastiglie freno con sede centrale a Barge (CN) e da tempo è impegnata sui temi della diversità, equità e inclusione sociale. Grazie a questo impegno e alla collaborazione con la Diaconia Valdese  è nato il progetto Beyond Borders (oltre i confini), che nasce dal bisogno e desiderio condiviso di facilitare, con azioni concrete, l’ingresso nel mondo del lavoro delle persone richiedenti asilo arrivate in Italia in seguito alla situazione di emergenza in Afghanistan dell’agosto 2021. Il progetto prevede momenti di formazione, percorsi di orientamento e rafforzamento delle competenze professionali e alcuni inserimenti lavorativi in azienda. Le azioni del progetto sono iniziate a marzo 2022 e coinvolgono 14 persone (6 donne e 8 uomini) provenienti dall’Afghanistan. Il progetto in particolare prevede tre tipologie di azioni: la conoscenza dell’azienda ITT attraverso visite di gruppo; corsi di italiano base e linguaggio specifico del mondo del lavoro;  percorsi di career coaching in gruppo e personalizzati. 
La collaborazione tra le aziende produttive del territorio e gli enti del terzo settore che si occupano di accoglienza è sempre di più un elemento cardine per sviluppare percorsi di autonomia socioeconomica delle persone migranti.